La Regione Emilia-Romagna ha riaperto il bando per la realizzazione di diagnosi energetiche o l’adozione di sistemi di gestione energia conformi alle norme ISO 50001 da parte delle piccole e medie imprese del territorio (Delibera 919 del 28/06/2017), pubblicato in attuazione dell’Asse 4 Low carbon economy del Por Fesr 2014-2020 e dell’Asse 3 del Piano energetico regionale.

Dal 10 aprile 2017 le PMI emiliano-romagnole non energivore possono accedere alle risorse stanziate dalla Regione e cofinanziate dal Ministero dello Sviluppo Economico, per la realizzazione di diagnosi energetiche o per l’adozione di sistemi di gestione dell’energia conformi alla norma ISO 50001. La dotazione del bando ammonta ad 2.288.000 euro e il contributo andrà a coprire il 50% dei costi ammissibili sostenuti dall’impresa.

La riapertura del bando introduce anche alcune modifiche e integrazioni al precedente e in particolare ai punti 8.4 e 6 che riguardano il limite di domande per ciascuna azienda e cumulo degli aiuti.

Ogni impresa può presentare una domanda per ciascun sito produttivo localizzato nel territorio della Regione Emilia-Romagna e il contributo è ora cumulabile esclusivamente con il contributo a fondo perduto previsto dal fondo di finanza agevolata per il rimborso delle spese tecniche (audit energetici, progettazione) sostenute per la preparazione e il supporto tecnico al progetto di investimento (Delibera n. 791/2016).

Le domande di contributo dovranno pervenire alla Regione Emilia-Romagna dalle ore 17:00 del 30 giugno 2017 alle ore 17:00 del 31 luglio 2017 tramite l’applicazione web PRIDE.

Video di supporto alla compilazione degli allegati

[FONTE: Regione Emilia Romagna]

Contattaci per qualsiasi informazione in merito!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.